Leonardo Del Vecchio, l’occhio lungo dell’imprenditoria italiana

Esempio vivente di ciò che i Latini chiamavano homo faber fortunae suae, Leonardo Del Vecchio ha costruito l’impero di Luxottica, azienda leader nel settore della produzione di occhiali da vista e da sole, partendo da un pugno di mosche. Oggi è il secondo italiano più ricco del mondo secondo la classifica stilata da Forbes, vediamo qual è il suo segreto.

Nato a Milano il 22 maggio del 1935, Leonardo Del Vecchio venne educato nel collegio dei Martinitt, dove venne iscritto all’età di sette anni, quando perse il padre. Dopo aver lavorato come apprendista in una fabbrica che produceva stampi per ricambi automobilistici e montature da vista, riuscì a conseguire a Milano il diploma di incisore e nel 1955 divenne direttore tecnico di un’azienda che si occupava di medaglie e decorazioni.

                                       

Il 1958 fu l’anno della svolta perché decise di mettersi in proprio e di aprire una bottega di occhiali che gli diede la spinta giusta per dare vita, nel 1961, all’azienda Luxottica, che inizialmente produceva montature per conto della Metalflex, ma che poi si buttò sul mercato con un proprio marchio.

Si tende a dare sempre più importanza ai manager che gestiscono le società, ma ciò che conta veramente sono le idee, la visione imprenditoriale, la capacità di guardare lontano e proiettare l’azienda in avanti. È questo che trasforma un’azienda in una realtà di successo, leader dei mercati – ha dichiarato l’imprenditore a una giornalista del Corriere della Sera.

Nessuno a quei tempi immaginava il successo che avrebbe avuto negli anni a venire Luxottica, che oggi può vantare 65.000 dipendenti in tutto il mondo. La compagnia che ha sede ad Agordo, in provincia di Belluno, incominciò ad espandersi negli anni Ottanta in Europa e negli USA, arrivando a possedere le catene statunitensi Sunglass Hut e LensCrafters, ma anche marchi importanti come Ray-Ban, Oakley e Vogue.

Essere imprenditori oggi significa cogliere la semplicità delle azioni di fronte alla complessità dei mercati e alla crescente pressione competitiva.

Oggi Leonardo Del Vecchio è un importante azionista di Foncière des Régions e della compagnia Assicurazioni Generali, per la quale è anche stato membro del Consiglio di Amministrazione. Di recente la rivista statunitense Forbes lo ha inserito al cinquantesimo posto della classifica degli uomini più ricchi del mondo, con un patrimonio stimato pari a 17,9 miliardi di dollari.

Per l’importante lavoro svolto, Leonardo Del Vecchio è stato nominato nel 1986 cavaliere del lavoro e ha ricevuto una laurea honoris causa in economia aziendale dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, due lauree ad honorem in Ingegneria gestionale e in Ingegneria dei materiali ed un Master in Economia Internazionale dal MIB, la School of Management di Trieste. Inoltre, nel 2007 la città di Agordo gli ha conferito la cittadinanza onoraria.

Lascia una commento